logo elabo bianco 20 anni

Il bonus formazione 4.0 è un incentivo fiscale per l’acquisizione di competenze tecnologiche e digitali. Consiste in un credito d’imposta che permette alle imprese di recuperare il 40% delle spese sostenute per la formazione dei lavoratori. Il bonus, introdotto dalla legge di bilancio 2018 ed è stato confermato per il 2019 con alcune novità. Il bonus di formazione 4.0 è cumulabile, entro certi limiti, con altre agevolazioni volte a migliorare il know how delle aziende. Tra queste ricordiamo la formazione gratuita erogata tramite i fondi interprofessionali.

Le spese ammissibili per il bonus formazione 4.0

Le spese finanziabili col bonus formazione 4.0 sono le attività di formazione finalizzate all’acquisizione o al consolidamento, da parte del personale dipendente delle competenze nelle tecnologie rilevanti per la realizzazione del processo di trasformazione tecnologica e digitale delle imprese previsto dal Piano nazionale Impresa 4.0. Gli ambiti ammessi sono:

L'integrazione digitale dei processi aziendali

Tra gli ambiti finanziabili con il bonus formazione 4.0 c'è l’integrazione digitale dei processi aziendali. Si tratta di un modo per semplificare e rendere più efficienti i processi aziendali digitalizzandoli. Sotto questo nome rientrano diverse attività di consulenza/formazione one-to-one o on the job collegate, per esempio a:

Sistemi di gestione documentale

Un sistema di gestione è un insieme di regole e di prassi operative indicati da specifiche norme, che un’azienda adotta per arrivare a un obiettivo. Ogni sistema è utile per organizzare l’azienda in ruoli e responsabilità, per definire procedure di lavoro e regolamenti interni, e per garantire così il raggiungimento di uno standard. Un sistema di gestione documentale si applica per l'appunto alla produzione e alla circolazione dei documenti entro l'azienda in modo da consentire (oggi attraverso l'impiego di software specifici) efficienza, sicurezza e privacy. Per questo può essere finanziato con il bonus formazione 4.0

Bonus formazione 4.0 e tecnostress

Il tecnostress è lo stress legato ad un massiccio uso scorretto dei mezzi tecnologici ed è una forma di stress lavoro-correlato. L’evoluzione tecnologica ormai inarrestabile, quindi, se per certi versi ha favorito nuovi ed efficienti modelli di organizzazione del lavoro, per altri sta mettendo in luce modelli comportamentali sempre più caratterizzati da livelli di stress originati dalla necessità di adattarsi ai continui e rapidi progressi tecnologici. Risulta evidente come il corretto utilizzo delle apparecchiature informatiche richieda pazienza, abilità e aggiornamento continuo.

Siamo a disposizione per studiare un progetto di formazione 4.0 su misura per la vostra azienda, in particolare relativo all’implementazione di sistemi di gestione documentale o per la prevenzione del tecnostress. Per ulteriori informazioni contattaci. Ci trovi ad Arzignano in provincia di Vicenza.

Foto: Freepik

La Finanziaria 2019 contiene diversi articoli concernenti la tutela del lavoro (a questo link il testo ufficiale della Legge di bilancio). In questo post prenderemo in considerazione i principali, relativi a: 

Aumento sanzioni a contrasto del lavoro irregolare

La legge di bilancio 2019 prevede un aumento del 20% delle sanzioni per l’impiego di lavoratori senza averlo in precedenza comunicato al Centro per l’impiego, per la mancata comunicazione del distacco transnazionale, per la somministrazione irregolare di lavoro e in caso di inosservanza delle norme sull’orario di lavoro. In più, se il datore di lavoro risulta recidivo, tali maggiorazioni vengono raddoppiate.

Nuovi ispettori del lavoro

Anche per i controlli relativi al rispetto delle norme sono attesi aumenti in base alla Finanziaria 2019. Secondo la legge di bilancio 2019 nei prossimi tre anni verranno assunti, presso l’ispettorato nazionale del lavoro, circa mille nuovi ispettori. In particolare, quest’anno verranno assunti 300 ispettori. Lo stesso discorso vale per l’anno prossimo, mentre per il 2021 le unità previste sono 330.

Riduzione premio Inail

La legge di bilancio 2019 prevede la revisione dei premi Inail, che verranno fissati dallo stesso Istituto, in modo da abbassare del 30% il costo per le imprese. Non verranno revisionati solo i premi, ma anche le tutele. Infatti, in sede di erogazione di una prestazione, l'Inail dovrà tenere in considerazione tutte le indennità percepite dal beneficiario per lo stesso evento.

Proroga incentivo formazione industria 4.0

Il credito d’imposta per attività di formazione 4.0 è stato prorogato per il 2019. Tale bonus verrà attribuito in percentuale diversa alle aziende tenendo conto delle loro dimensioni. Il totale annuo sarà di 300 mila euro e coprirà il 50% delle spese affrontate dalle piccole imprese. Per quanto riguarda le medie imprese, la percentuale si abbassa al 40%. Per le grandi imprese, si parla del 30% con un limite annuo di 200 mila euro.

E_LABO SRL
Via dell’Industria 48/C int.1 - 36071 Arzignano (VI)
C.F. e P.IVA IT 03093450249 | REA VI - 298371
Tel: 0444 478406 | E-mail: e-labo@e-labo.it
Created by Hassel Omnichannel
crossmenu linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram